ABOUT FAUSTO & ALESSANDRA
We are a husband wife team photographers from Italy. We are that kind of lovers that live in symbiosis, we fell in love about 10 years ago, and since then we’ve always worked together. Before, we ran an electro-punk discopub and now we are focusing only on photography. We started taking photos 4 years ago, as a hobby, but now photography is something that we can’t live without! Our most project is a diary about our intimate life, that is intended to last till death do us apart! We also love shooting girls, friends and everything is cool according to us!
 ——————————–
Ci siamo innamorati circa 11 anni fa e abbiamo da subito instaurato un legame molto intimo e profondo. Viviamo praticamente in simbiosi, condividiamo tutto, e la fiducia è il fondamento sul quale abbiamo costruito il nostro rapporto. Dopo un paio di anni, abbiamo iniziato anche a lavorare insieme, e nel 2007 abbiamo aperto un club elettro-punk-rock nel centro storico della nostra città, Pescara, che abbiamo gestito per 6 anni. Un club che ha lasciato un segno indelebile nella scena alternativa locale, sia per la qualità della selezione musicale, sia per la qualità della selezione degli alcolici. Quando la vita notturna ha iniziato a farsi pesante, abbiamo deciso di vendere l’attività e abbiamo trasformato una casa di campagna in un bed and breakfast. Durante questo periodo di transizione, in un pomeriggio di fine estate, incontriamo in un parco, una coppia di amici fotografi, e restiamo affascinati dal modo in cui parlano tra di loro della luce. Così gli proponiamo di darci qualche nozione base per poter prendere in mano una macchina fotografica. Abbiamo iniziato a scattare in analogico, con una Nikon F301, e dal primo rullino, abbiamo iniziato ad usarci come “cavia-modello” l’uno dell’altro. Questo nuovo modo di comunicare tra noi, ci ha ben presto coinvolti e ci ha spinto ad approfondire. Così abbiamo sperimentato tutto quello che in questi 4 anni ci ha incuriosito e ci è passato tra le mani. Fotografia digitale, stenopeica e nel febbraio 2015, rimettendo in sesto una vecchia x70 di famiglia, siamo entrati nel mondo della fotografia istantanea. Un mezzo fotografico che ci ha coinvolto dal primo scatto, per l’immediatezza e l’unicità che lo contraddistingue e per l’intimità che siamo riusciti ad imprimere ed esprimere attraverso esso. Riguardando gli scatti in sequenza e a distanza di tempo, ci siamo resi conto di avere tra le mani una sorta di diario della nostra vita intima e quotidiana, e abbiamo così deciso di dargli un senso, selezionando gli scatti vecchi con un occhio più maturo e distaccato, e intraprendendo una direzione più consapevole per gli scatti futuri. E’ così che nasce “Ho Te” un diario in cui alterniamo autoritratti, ritratti e momenti catturati, attraverso i quali esploriamo e documentiamo la nostra vita quotidiana e la nostra sessualità , sia nell’intimità della nostra casa, sia nell’intimità che riusciamo a ricreare in ogni luogo in cui siamo, anche solo di passaggio, e ogni qualvolta ci guardiamo negli occhi o ci guardiamo attraverso l’obiettivo. “Ho Te” è un progetto a lungo termine, destinato a durare finché morte non ci separi!